fotografie

e poi immagino che poteva esser decisamente migliore.

poteva essere una bella foto.

se non ci fosse stata quella ringhiera.

che dispettosi!

mettere una ringhiera li, dove i tramonti sono sempre splendidi, ovviamente quando la giornata è bella.

cioè le montagne non le puoi spostare, ma perché costruirci una ringhiera davanti?

mal di testa

batte, sbatte e ribatte…

non da tregua.

se muovo la testa a volte sembra aumentare e altre diminuire.

cerco la giusta posizione, che ovviamente è quella in cui diminuisce il dolore.

e poi ho sonno, questo non aiuta.

questo mal di testa è da stanchezza.

questo mal di testa è perché penso troppo.

prova tu a fermarli i pensieri!

non ci riesco.

vabbè mi tengo il mal di testa!

anima irrequieta

sono io.

un’anima irrequieta, non trovo posto, non trovo pace.

sono alla ricerca costante di qualcosa che mi dia delle sensazioni e delle emozioni.

amo l arte, amo ciò che è bello, mi piacciono le persone intelligenti, quelle colte, colore che hanno qualcosa da condividere con me.

coloro che quando raccontano qualcosa stimolino i miei sensi, non quelli che dopo un paio di frasi, permettono alla mia mente di pensare ai fatti miei.

sono complessa, ma sono vera.

non mi accontento.

e se non sto più bene da qualche parte, prendo e vado via.

agisco, e poi un po’ di paura mi viene.

ma nella vita bisogna cambiare, se non si sta bene, bisogna andare via, e modificare il proprio pensiero.

nuova esperienza

a breve, inizierò una nuova esperienza lavorativa, sempre inerente al mio lavoro, ma con una nuova tipologia di utenza.

Secondo me è tra le più complesse, ma tra le più gratificanti, ovviamente se il tuo lavoro lo fai con amore e dedizione.

ci penso molto, ho anche paura di sbagliare… ma avrò un buon sostegno, e ci metterò tutta me stessa.

Non siamo nati per soffrire.

questa è la giusta frase…. ❤️

penso

ore 6.30 pensiero…
aumento dei contagi…
nelle RSA…. ciò vuol direi blocco ancora delle visite dei parenti…
avete idea di cosa voglia dire per un figlio un nipote non vedere il proprio caro…
sapete cosa vuol dire per un anziano essere lontano dai propri cari da quel affetto….
per alcuni vuol dire sentirsi abbandonato….
non ricevere amore….
va bene tornare alla normalità, ma rispettando le regole.
non è difficile…
giuro vedere foto con 10, 20 persone tutte insieme fregandosene di coloro che vivono sefregati in residente sanitarie…. dove da mesi non ricevono abbracci e baci…. questa cosa mi fa rabbia, mi fa soffrire….
la richiesta è fate attenzione….. rispettate le regole… per chi davvero deve rinunciare a qualcosa obbligatoriamente.
voi alla fine la vostra libertà l avete….
i nostri anziani, ospiti, pazienti, malati invece no!