penso

alcune cose le meritiamo, ma non in questo momento e non in questo posto.

credere sempre.

continuare a sperare.

aspetto una stella cadente.

intanto mi accontento di vedere Marte.

ore… minuti…. giorni

più passa il tempo, più la speranza svanisce…

non sempre è così, ma nel mio caso, sento che più trascorrono le ore, meno probabilità ho di un esito positivo.

mi sento così vuota in questo momento.

mi sento quasi di aver fallito.

arriva un’occasione e io come una scema me la faccio sfuggire di mano.

stop al pensiero.

tanto non porta a niente di buono se non al solito mal di testa che mi viene quando penso troppo.

inutile é rimuginare.

giro pagina, nuovo scritto.

nuovo libro!

c’e’ tempo

pensi di essere sicura di te, e poi tutto d’un tratto, e’ come se tutte le tue convinzioni ti crollassero addosso.

tutte le tue convinzioni come in una bolla di sapone esplose, appena hanno toccato una superificie.

avresti potuto dire altre mille cose, ma le tue emozioni, la tua agitazione ti hanno fregato.

gia’ sei arrivata li spavalda, con tutta la tua adrenalina, che ti rende cosi’ diversa dagli altri…

tu che hai energia da vendere, e forse oggi la tua energia non era opportuno esternarla cosi’.

ti sei scordata dov’eri.

in un posto silenzioso. in un posto dove la calma e’ alla base di ogni attivita’.

questa occasione, te la sei fatta scappare di mano, o forse semplicemente non eri pronta.

vedila, come un’atra esperienza.

non siamo sempre pronti per quello che vogliamo.

c’e’ tempo.

la notte

non dormire è una delle peggiori cose che ti possano succedere, quando il giorno dopo devi alzarti alle 5.30 per andare a lavoro.

per poi non parlare del fatto che dovrai affrontare un turno da 14 ore, che poi in realtà sono due turni.

1.15 mi giro e mi rigiro nel letto.

provo a chiudere gli occhi e a concentrarmi sul respiro, dicono che rilassi…. niente riapro gli occhi.

provo a scrivere.

pessima distrazione, la mente aspetta solo quello.

e poi di notte I pensieri sono più forti, più insistenti, non danno pace.

e pensare che io di pace già ne ho poca!

ci riprovo.

forse riesco ad addormentarmi

a volte.

alcune volte, una notizia ti passa sotto gli occhi, la leggi, ma non ti soffermi.

sono tante le notizie, tante e spesso brutte. Sono voci sofferenti, le leggi e passi oltre. anche quando sono vicine a casa tua. quando riguardano il quartieri dove vivi.

due giorni dopo scopri che in quell articolo c’è qualcuno che conosci.

quando ero ragazzina, ho perso diversi amici. chi per un motivo chi per un altro. in tanti anni avuto incidenti, anche io ne ho avuto uno.

io sono qui e lo posso raccontare.

io spero che anche tu possa raccontarlo, io desidero che questa sia la tua esperienza.

che la mia energia, e quella di tutte le persone che ti vogliono bene arrivi a te.

che tu possa svegliarti.

che tu possa guarire ❤️